Donazioni tra genitori e figli: quante tasse si pagano?

– Guida PRATICA (2021) –

Come fare testamento

STAI PER SCOPRIRE..

  • Quali sono le donazioni soggette a imposte
  • Quali e quante tasse si pagano sugli immobili donati

  • La franchigia: quello che ti permette di non pagare imposte

“Come avvocato patrimonialista mi occupo esclusivamente di tutela del patrimonio per privati e piccoli imprenditori: la casa, il denaro, la piccola impresa, un’idea, un’ eredità

Ultimo video tratto dal mio canale Youtube:
Grazie per il tuo messaggio, che la Segreteria ha ricevuto.
C'è stato un errore, quindi inserisci di nuovo i tuoi dati.

Nel libro trovi molte guide: questa, ed altre in tema di eredità, immobili e debiti/crediti.
Inserisci la tua e-mail per riceverlo gratuitamente.

– Capitolo 1 –

Donazioni: quando sono tassate?

Qui spiego quali donazioni in favore dei figli sono soggette ad imposta.

Non tutte le donazioni infatti sono tassate.

Come fare testamento

Quali sono le donazioni su cui non si pagano tasse o imposte?

Ci sono donazioni non soggette ad imposta:

  • beni di modico valore (art. 783 c.c.)
  • spese non collazionabili di cui all’art. 742 c.c. (spese per educazione, malattia, ordinarie per abbigliamento e nozze)
  • veicoli iscritti al PRA
  • aziende (o rami di azienda) e quote sociali oppure azioni, ma solo nel caso in cui riguardino quote di controllo societarie oppure se i beneficiari detengono il controllo per un periodo non inferiore a 5 anni dall’avvenuto trasferimento

Quando sono dovute le imposte

Sono soggette ad imposta di donazione:

  • tutte le liberalità donative, anche indirette
  • la rinuncia all’usufrutto in favore dei nudi proprietari
  • le donazioni derivanti da atti formati all’estero se inerenti soggetti beneficiari residenti in Italia, se il donante è qui residente oppure se risiede all’estero ed i beni oggetto di donazione sono qui esistenti. Sul punto fare riferimento alla Risoluzione dell’Agenzia delle Entrete del 24/07/2019 n. 310

NOTA BENE: Tutte le donazioni sono soggette ad imposta di registrazione in misura fissa (€ 200,00) salvo se di valore inferiore alla franchigia.

– Capitolo 2 –

Imposta sulle donazioni:
quanto si paga?

L’imposta è dovuta in misura fissa oppure proporzionale.

Nella pratica tuttavia l’imposta sulle donazioni di fatto non è quasi mai dovuta: ti spiego il perché.

Imposta fissa

Nella pratica quasi mai il beneficiario deve pagare l’imposta in misura fissa: capita quando riguarda le donazioni di beni culturali vincolati ovvero ogni altro “bene o diritto dichiarato esente dall’imposta a norma di legge” (in questo caso occorre escludere i titoli di debito pubblico ed i titoli di Stato).

L’imposta è dovuta in misura fissa: € 200,00=.

Imposta proporzionale

Quasi sempre l’imposta è dovuta in misura proporzionale.

La base imponibile è in genere il valore venale in comune commercio del bene donato, al netto di oneri gravanti sul donatario.

Quindi:

  • denaro = valore nominale
  • immobili = valore venale in comune commercio al netto dei diritti reali di godimento per la quale tale proprietà è gravata
  • Uso, usufrutto od abitazione: secondo i parametri dell’art. 17 D. Lgs. 346/1990 sulla base di annualità pari all’importo ottenuto moltiplicando il valore della piena proprietà per il saggio legale d’interesse (per l’anno in corso fare riferimento a questa risorsa gratuita: clicca qui)

In apparenza, dunque, su di un immobile dal valore di mercato di € 100.000,00 si devono pagare le tasse; ma non è così.

Parliamo infatti della franchigia.

– Capitolo 3 –

La franchigia

Sotto una certa somma, non si pagano tasse.

Ti spiego tutto nel capitolo che segue.

Le donazioni dai genitori ai figli scontano un’aliquota del 4% salvo che non si applichi la franchigia.

Se una donazione è inferiore al milione di euro allora non si paga l’imposta di successione.

Questo anche se ci sono state più donazioni nel tempo tra gli stessi soggetti.

Esempio: Tizio dona al figlio Caio un appartamento che sul mercato vale 600.000 euro.

Tempo dopo gli dona, mediante atto pubblico avanti al notaio, altri € 500.0000.

Caio pagherà l’imposta del 4% su 100.000 euro ovverosia la parte che supera il milione di euro.

Le domande più comuni sul tema di questo capitolo sono:

È preferibile.

Infatti anche se la donazione indiretta (quindi il semplice bonifico) è giuridicamente valida, è certamente soggetta ad ulteriori controlli dell’Agenzia delle Entrate con possibile accertamento e pagamento di tasse e sanzioni.

Preferibile dunque valutare altre strade, o donare per tramite del notaio.

Il tema di questo articolo è solo la donazione tra genitori e figli, ma la risposta è comunque sì.

Sì, nel senso che il convivente non è tecnicamente un parente, quindi non esiste franchigia e l’aliquota non è del 4% ma dell’8%.

Conviene affidarsi ad un professionista per valutare il caso concreto.

– Capitolo 4 –

Donazioni indirette

Un bonifico è una donazione indiretta, così come il pagamento del debito altrui.

Vediamo cosa è tassato, e quanto.

Una donazione si può avere anche senza la presenza del notaio.

Pensa al caso del genitore che fa un bonifico al figlio, oppure gli paga la casa, o un debito.

Oppure pensa, ancora, al caso del genitore che rimette il debito che questi ha con lui.

Le liberalità indirette scontano l’imposta di registro senz’altro quando sono sottoposte ad accertamento dell’Agenzia delle Entrate oppure in caso di registrazione volontaria delle parti (vedi art. 56-bis D. Lgs. 346/1990).

Sono escluse dall’imposta le liberalità indirette che riguardano atti di trasferimento o costituzione di diritti immobiliari (es. il padre che paga direttamente il venditore che vende la casa al figlio).

E per quanto riguarda gli atti di rinuncia (es. rinuncia al credito)?

La giurisprudenza più recente dice che sono soggette ad imposta di donazione.

Una recentissima decisione della Commissione Tributaria Regionale del Piemonte (numero 47 del 2021) ha statuito che la rimessione del debito è soggetta ad imposta di registro con aliquota pari al 0,5% del credito rimesso.

In sintesi il tema è ancora controverso, mancando un’esatta norma. La giurisprudenza maggioritaria ritiene che anche in questi casi occorra pagare l’imposta di donazione, fatta sempre salva la franchigia.

Affidati al tuo professionista di fiducia per ogni approfondimento.

Lo Studio legale Turina si occupa specificamente di tutela patrimoniale, quindi anche di donazioni.

  • Casi recenti: (esempi)

  • Immobiliare: Tizio e Caia acquistano un immobile su carta perché ancora in fase di costruzione. Versano la caparra confirmatoria, ma i lavori si allungano molto. Possibile sciogliersi dal vincolo? Come riavere il denaro versato?
  • Eredità: Tizio e Caia hanno tre figli. A due di loro sono stati donati, negli anni, decine di migliaia di euro. Il terzo figlio, che ignora la famiglia da decenni, può chiedere la restituzione delle somme donate? Cosa possono fare i genitori per salvare le donazioni?
  • Proprietà intellettuale: Paolo ha scritto un libro, come proteggere la propria opera creativa da eventuali plagi?
  • Immobiliare: Marco e Giulia hanno acquistato casa nel 2016 ed ora -volendo beneficiare dell’ecobonus 110%– hanno scoperto che la casa è diversa dal progetto della concessione edilizia. A chi chiedere il risarcimento dei danni, se possibile?
  • Alcune guide gratuite per informarti

  • Chi sono?

Esperienze lavorative

  • 2014-2016: Studio legale Avv.ti Previti (Milano-Roma)
  • 2016-oggi: Studio legale Grani-Caloi (Verona)

Formazione

  • 2014: Laurea (Università di Trento)
  • 2016: Corso di perfezionamento per giuristi di impresa (Università Bocconi – Milano)
  • 2016: Corso di formazione “Diritto e fiscalità dell’arte” (Sole24Ore Business School – Milano)
  • Avvocato del foro di Verona dal 04/2018

Turina Avvocato patrimonialista

Il patrimonio è quello che possiedi: denaro, immobili, eredità, società, beni di famiglia.

A Verona e Villafranca, come avvocato mi occupo esclusivamente di questo.

Ultimo video pubblicato:

Ultimo articolo pubblicato:

Le donazioni ai figli sono tassabili?
Avvocato Verona Giovanni Turina