Sinistri stradali | Avv. Giovanni Turina2021-05-18T09:32:53+02:00

Sinistri stradali
ed altri sinistri

Assistenza legale – Diritto assicurativo
(sedi: Verona e Villafranca – 045/5118311)

  • Cosa fare in caso di sinistro
  • Cosa succede una volta aperto il sinistro
  • Quant’è il danno liquidato dall’assicurazione e cosa fare in caso di controversia

Cosa fare in caso di sinistro con veicolo assicurato

  1. Sul luogo del sinistro

Avvenuto il sinistro, occorre fare la constatazione amichevole su modello come per legge.

Se le parti non sono d’accordo sulla dinamica del sinistro e responsabilità, avvertire la polizia locale.

È opportuno, in ogni caso:

  1. fotografare per l’intero ogni veicolo, la porzione di strada, il punto di impatto, la segnaletica stradale più rilevante;
  2. prendere nota dei dati dei testimoni, e le targhe dei veicoli lì presenti;
  3. prendere nota, e fotografare, patente di guida e carta di identità delle altre persone che hanno partecipato al sinistro;
  4. chiamare l’ambulanza (118) al minimo dubbio di danni alle persone;
  5. non spostare i veicoli in caso di gravi danni alle cose.

2. Dopo il sinistro (a chi chiedere i danni?)

  1. Chiamare immediatamente il proprio assicuratore per aprire il sinistro. Le assicurazioni prevedono infatti termini di decadenza molto stringenti;
  2. verificare che il sinistro sia stato aperto, e farsi dare il numero di pratica.
  3. Verificare di chi sia competenza il sinistro:
    1. sinistro tra massimo 2 veicoli con targa italiana (o San Marino e Città del Vaticano), sul territorio italiano: indennizzo diretto al proprio assicuratore
    2. casi diversi da quello sopra: richiesta risarcimento alla compagnia dell’altra parte
  4. Se sei il passeggero: il risarcimento spetta all’assicurazione del veicolo sul quale viaggiavi, a prescindere dalle responsabilità
  5. Casi diversi da quelli sopra: ne parliamo dopo

3. Come richiedere in pratica il risarcimento:

  1. formulare la richiesta di risarcimento del danno, inserendo i dati richiesti per legge;
  2. mantenere i contatti con il liquidatore (proprio, o dell’altra assicurazione competente)
  3. sottoporsi alla visita medico-legale presso medico legale indicato dalla Compagnia.
  4. L’assicurazione, nel caso, formulerà una proposta entro
    1. 60 giorni per danni alle cose
    2. 90 giorni per danni alle persone (dall’avvenuta guarigione da provarsi con certificato medico)
    3. 30 giorni in caso di sottoscrizione congiunta della constatazione amichevole.

Cosa fare negli altri casi?

  1. Veicolo non assicurato
  2. Veicolo non identificato
  3. Veicolo assicurato con compagnia straniera che non ha designato Mandatario in Italia
  4. L’Assicurazione di controparte non fornisce una risposta motivata entro 3 mesi

CONSAP è legittimata ad intervenire – ai sensi del Decreto Legislativo n. 209 del 7.09.2005 – nel caso di sinistri causati da veicoli non identificati, non assicurati nonché regolarmente assicurati qualora, in quest’ultimo caso, l’impresa di assicurazione del veicolo responsabile non abbia designato in Italia un Mandatario per la liquidazione dei sinistri ovvero quest’ultimo o la stessa Impresa non abbiano fornito una risposta motivata sugli elementi dedotti nella richiesta d’indennizzo entro tre mesi dalla ricezione della stessa.

Perché affidarsi ad un avvocato

  1. Le spese legali sono in genere liquidate dall’assicurazione (il Cliente non paga nulla)
  2. La richiesta di intervento deve essere scritta correttamente: linguaggio essenziale, senza opinioni, senza “voler dire troppo
  3. Occorre avere professionisti di fiducia, che possano dire se la proposta dell’assicurazione è congrua o meno
  4. Se il sinistro vede interessati altri soggetti, o vi sono sinistri, subentra la sensibilità e l’esperienza di chi ha gestito diversi casi simili al tuo.

E per tutti gli altri sinistri?

Abbiamo specifica esperienza nell’ambito del diritto delle assicurazioni.

Quant’è il risarcimento del danno?

Il risarcimento del danno comprende diverse voci:

  • danno materiale (es. il veicolo danneggiato, le cose trasportate)
  • danno biologico (in sostanza, la perdita di funzionalità del danneggiato)
    • temporaneo (giorni per cui il danneggiato è stato parzialmente o totalmente inabile)
    • permanente (viene determinato in punti percentuali).

 

Come si determina il danno biologico permanente

Ci sono lesioni più o meno gravi:

  • meno di 9% di invalidità: ci sono delle tabelle previste dalla legge che quantificano i danni micropermanenti
  • oltre il 9% si applicano, per prassi, le cd. Tabelle di Milano

Puoi fare il calcolo in totale autonomia da qui, ma se visualizzi male la pagina puoi contattare lo Studio per una prima valutazione.

Per appuntamenti:

  1. Contattare la Segreteria (045/5118311) o scrivere a [email protected]
  2. Fissare un appuntamento per la sede di Villafranca (principale) o Verona (secondaria)
  3. Gli onorari per la prima consulenza variano col valore di causa: chiedere informazioni alla Segreteria
  4. Il primo colloquio si conclude con un parere orale. Si può essere accompagnati da persone di fiducia, che si obbligano al segreto professionale. È consigliato portare ogni documento utile.
  5. Se si ha necessità di parere scritto, oppure di ulteriore attività (es. diffida ad adempiere) viene consegnato preventivo scritto.
  6. La filosofia del mio lavoro: mediare per ottimizzare costi e tempi, preventivo scritto, valutazione prudente del caso anche secondo la mia esperienza di casi simili.

Perché un civilista?

Come giovane avvocato ho scelto di coltivare un’esperienza specifica in un mondo complesso: la tutela del patrimonio per privati e piccoli imprenditori.

Il patrimonio è quel (poco o tanto) che possiedi:

  • (NO: diritto penale, amministrativo, del lavoro)
  • (Sì: diritto immobiliare, eredità, società, e tutto quel che riguarda il denaro)
Segreteria: 045 511 8311
e-mail: [email protected]

“Tutto è partito durante i miei anni universitari: avendo i genitori fotografi, è stato spontaneo laurearsi in diritto della proprietà intellettuale (tutela degli artisti). In famiglia, dovendo gestire un’importante causa ereditaria, ho approfondito ed amato il diritto delle successioni ereditarie.”

Avv. Giovanni Turina

Avvocato patrimonialista

Quanto costa la consulenza legale? Posso pagare a rate?2021-06-12T13:40:45+02:00

Il compenso non è fisso, perché dipende dal valore di causa e dall’attività che deve essere svolta.

Non è possibile (per legge) fare dei preventivi senza conoscere gli elementi della pratica.

Modi e tempi di pagamento sono condivisi in forma scritta, nel rispetto di entrambe le parti contrattuali.

Il codice deontologico dice che il compenso può essere parametrato:

  • a tempo;
  • in misura forfettaria
  • per convenzione avente ad oggetto uno o più affari;
  • in base all’assolvimento e ai tempi di erogazione della prestazione;
  • per singole fasi o prestazioni o per l’intera attività;
  • a percentuale sul valore dell’affare o su quanto si prevede possa giovarsene il destinatario della prestazione, non soltanto a livello
    strettamente patrimoniale.

Chiedici di più: chiama (045/5118311) o scrivi ([email protected])

Qual è il curriculum dell’Avv. Giovanni Turina?2021-02-03T09:36:22+01:00

Titolo di studio e formazione:

  • Laureato a Trento in giurisprudenza nel 2014 con una tesi in materia di diritto dell’arte.
  • Corso di perfezionamento per giuristi di impresa c/o Università Bocconi (2016)
  • Corso di formazione in tema di diritto e fiscalità dell’arte c/o IlSole24Ore Business School (2016)

Esperienze lavorative:

  • Pratica legale (2014-2016) presso lo Studio dell’Avv. Previti a Milano.
  • Collaborazione dal 2016 ad oggi con primario studio legale veronese in materia di diritto civile.

Pubblicazioni:

  • Come scrivere un testamento (Maggioli Editore, ISBN: 9788868058593)  che si trova qui

 

 

È possibile il gratuito patrocinio?2021-06-12T13:25:30+02:00

Il gratuito patrocinio è la possibilità di avere assistenza giudiziale (= in causa) a Spese dello Stato, se il tuo nucleo familiare ha un reddito annuo imponibile inferiore ad € 11.746,68

(maggiori info: https://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_3_7_2.page?tab=d)

Non sono iscritto al gratuito patrocinio.

Un elenco di avvocati di Verona: http://www.ordineavvocati.vr.it/elenco_avvocati_patrocinio_a_spese_dello_stato

 

Come si svolge il primo incontro? Quanto dura, chi posso portare, cosa devo portare?2021-02-03T09:47:06+01:00

Il primo incontro si svolge in Studio, dura tutto il tempo necessario (non ci sono orologi) ed è possibile portare persone di propria fiducia.

Occorre portare tutta la documentazione necessaria ed una certa chiarezza nell’obiettivo che si vuole raggiungere.

L’onorario per la consulenza viene determinato a seconda dell’attività lì svolta secondo parametri indicati al momento della fissazione dell’incontro (valore della causa, difficoltà della pratica, attività da svolgere, etc.)

Se sarà necessario oppure opportuno valutare ulteriore attività, ad esempio una diffida ad adempiere (la classica “lettera dell’avvocato“) viene inviato preventivo scritto con le modalità e tempi di pagamento.

  • Dove siamo

(Si riceve anche il sabato mattina):

Villafranca di Verona (VR), via L. Zago n. 13
Verona (VR), via del Carrista n. 3

  • Appuntamenti